Detrazioni fiscali, Ecobonus

Superbonus infissi 110%

Il superbonus al 110% è un’agevolazione fiscale introdotta dal Decreto Rilancio del 2020 allo scopo di rendere gli edifici costruiti sul territorio nazionale più efficienti dal punto di vista energetico (super ecobonus) e più sicuri dal quello sismico (super sismabonus).
Con il superbonus la detrazione fiscale è addirittura del 110% delle spese sostenute ed è ripartita in 5 quote annuali dello stesso importo (4 per le spese che saranno sostenute nel 2022).
Possono chiedere il superbonus al 110% le persone che abitano in un condominio o in un edificio composto da due o più unità abitative.
Anche il beneficiario del superbonus può optare per lo sconto in fattura o la cessione di credito a soggetti terzi: in questo caso, i lavori verranno eseguiti senza alcun esborso da parte del cittadino.
Per poter chiedere quest’agevolazione fiscale così conveniente, è necessario che almeno uno dei lavori eseguiti sia un lavoro principale o trainante. Sono considerati lavori principali gli interventi di isolamento termico sugli involucri e sul tetto e quelli di sostituzione degli impianti di climatizzazione.
In presenza di un lavoro trainante, si può fruire del superbonus al 110% anche sui lavori trainati eseguiti nel corso dello stesso arco temporale.
I lavori aggiuntivi o trainati comprendono, tra gli altri, tutti gli interventi di efficientamento energetico, inclusi l’acquisto e la posa in opera di infissi, serramenti e schermature solari.
Oltre agli adempimenti previsti per le altre detrazioni fiscali, chi vuole fruire del superbonus al 110% deve ottenere l’asseverazione tecnica, con cui viene accertato che i lavori eseguiti sono effettivamente migliorativi dell’edificio dal punto di vista energetico, e il visto di conformità.